Settembre 2014

iosonodioQuesto libro immerge il lettore sin dalle prime pagine nella storia dell'uomo che sta terrorizzando New York. Una trama mozzafiato che regge fino al dettaglio, credibile perché possibile, verosimile. 
Personalmente ho scoperto Faletti scrittore qualche anno fa, con il romanzo "Io Uccido", quello che nel 2002 lo ha consacrato scrittore di successo. Ricordo il mio stupore nello scoprire, pagina dopo pagina, l'enorme talento dell'autore nel raccontare la storia, nel costruire il profilo dei personaggi, la capacità di dipanare trame intrecciate ma mai contorte. Confesso che prima di leggerlo non riuscivo  a prenderlo sul serio come scrittore perché davanti agli occhi avevo il comico; dopo la lettura del suo primo thriller invece a fatica ricordavo l'attore; scherzi che capitano quando si parte da un preconcetto.
Io sono Dio è la storia di un ragazzo costretto da un infame ricatto a partire volontario per il Vietnam e che da quell'inferno torna devastato, bruciato nel corpo e nell'anima: il 90 per cento del suo corpo è stato infatti deturpato dalle ustioni causate dal napalm.  Il suo volto è sfigurato orribilmente. Ha perso tutto, anche le sue impronte digitali sono bruciate per sempre. E' stato cancellato. E se il 10 per cento del suo corpo si è salvato dalle ustioni, la sua anima è stata bruciata per intero, carbonizzata dalle atrocità della guerra.
Ossessionato da una ferrea volontà di vendetta che diventa delirio senza ritorno, pensa di mettere in atto una serie di attentati ai danni della popolazione. Così fa esplodere alcuni edifici della città provocando dolore, feriti e lutti.
Ambientato in una New York che dopo attentato alle torri gemelle ha perso l'immortalità, l'esplosione di un primo palazzo riporta in superficie paure profonde.
Sarà la detective Vivien Light del13° distretto del New York Police Department, a rincorrere questo serial killer che fa rivivere agli americani l'incubo dell'11 settembre. Aiutata da un fotoreporter con un passato imbarazzante e una famiglia ricchissima alle spalle…….
Il finale sorprende e il libro è senza dubbio un thriller avvincente dove storie di vita e di morte si intrecciano e dolori pubblici e privati si incontrano e scontrato in quella eterna lotta tra il bene e il male che attraversa la storia del mondo.
Un invito alla lettura anche come omaggio ad un grande scrittore, attore, cantante e soprattutto all'uomo Giorgio Faletti, scomparso recentemente.
Buona lettura,


Atina Koll

UA-42643939-1