Elezioni Rsu. Capgemini Italia: la Fiom maggioranza assoluta

19 dicembre 2015
By

capgemini-logoPubblichiamo il comunicato dell' Ufficio Stampa della Fiom-Cgil relativo a Capgemini

Si sono svolte nei giorni scorsi le elezioni per il rinnovo della rappresentanza sindacale unitaria nelle sede di Roma della Capgemini Italia. Dei 15 componenti la nuova Rsu, ben 11 delegate e delegati sono della Fiom-Cgil – che ha quindi la maggioranza assoluta – cui le lavoratrici e i lavoratori della multinazionale francese dell'informatica hanno espresso un larghissimo consenso.
Nella precedente tornata elettorale – dove, a differenza di adesso, non si applicava il sistema proporzionale puro – la lista Fiom aveva espresso 2 delegati rispetto ai 7 delle altre sigle sindacali, risultato del fatto che, nonostante fosse stata la lista più votata, non gli venne riconosciuta l'attribuzione della “quota dell'un terzo” da parte delle sigle sindacali firmatarie del contratto nazionale separato.
Per Claudio Di Mambro, responsabile nazionale Fiom del gruppo Capgemini, “il successo della Fiom è dovuto soprattutto al riconoscimento da parte delle lavoratrici e dei lavoratori dalla coerenza che la nostra organizzazione e i suoi delegati hanno dimostrato in questi anni nel pretendere che la democrazia e la partecipazione nei luoghi di lavoro fossero princìpi inderogabili sui quali fondare l'azione sindacale e le rivendicazioni contrattuali.”
“Il tempo è stato galantuomo – continua – e chi è andato a votare per il rinnovo della Rsu non ha dimenticato le vicende legate all'ultimo rinnovo del contratto integrativo, culminate in un'assemblea dei primi mesi del 2014 nella quale, all'unanimità, le centinaia di lavoratrici e lavoratori presenti votò contro l'ipotesi di accordo proposta dalle altre sigle sindacali le quali però, ignorando un pronunciamento così esplicito, decisero di sottoscrivere lo stesso un integrativo che di fatto accoglieva in toto le proposte aziendali di decurtazione e cancellazione di una serie di istituti normativi e retributivi.”
“L'importante risultato di oggi – conclude Di Mambro – per il quale ringraziamo tutte le lavoratrici e i lavoratori per la fiducia data ai nostri delegati, ci inorgoglisce e ci responsabilizza ulteriormente nel perseguire con ancora più impegno l'obiettivo di recuperare condizioni di lavoro migliori nel pieno rispetto della dignità e della volontà delle lavoratrici e dei lavoratori.”
Con questo risultato la Fiom non è solo maggioranza assoluta nella Rsu di Roma ma tra tutti i delegati delle sedi italiane del Gruppo Capgemini.

 

Fiom-Cgil/Ufficio Stampa

 

Roma, 18 dicembre 2015

 

UA-42643939-1